'

Gli 8 tipi di persone che potresti incontrare giocando a FIFA

Gli 8 tipi di persone che potresti incontrare giocando a FIFA

I 5 tipi di persone che puoi incontrare giocando a FIFA

Sarà capitato a tutti, almeno una volta nella vita, di trovarsi di fronte ad un gioco di calcio (Fifa o Pes che sia) o avere un amico o conoscente invaghito per giochi di questo genere. 

Chissà, magari dopo tanti anni trascorsi insieme pensavate di averli conosciuti, probabilmente li avrete anche reputate sempre delle brave persone. Ma non è cosi. Chiusi in una stanza davanti ad un televisore, una pizza e varie casse di birra, possono trasformarsi in qualcosa di difficilmente definibile. 

Noi abbiamo provato a raccogliere i cocci delle nostre serate passate ad organizzare e giocare alla play ed abbiamo deciso di stilare una lista delle persone che potreste incontrare giocando a Fifa:

IL PADRONE DI CASA – E’ quello che mette sempre la propria casa a disposizione di porcherie e rutti vari. Non importa chi tu sia, il joystick numero 1 è sempre il suo. Difficilmente al termine della serata porterà a casa il torneo, in compenso ha guadagnato due cavetti usb, un mazzo di carte, 3 birre ed un pacchetto di preservativi. 

IL CATENACCIARO – Pronti, via, 5-4-1 ultradifensiva e si va a sfangare il torneo. E’ il classico giocatore che appena la palla entra nella propria metà campo, la rinvia nel terzo anello della curva opposta. Segni particolari: linea difensiva che non si schioda dalla sua area di rigore. Il contropiede con  gol al 90′ è la sua arma migliore. Termina la partita con 2 tiri in porta portando a casa i 3 punti. Non contento, se ne esce con la solita frase: “Eh, ma ho il 100% di precisione tiri”

IL BUFFONE – Classico individuo che se gli nomini Fifa ti risponde che non ha paura. E’ sempre l’ultimo ad arrivare (ed il primo ad andarsene). Passa tutto il tempo del torneo a dire che è il più forte di tutti e poi esce al primo turno dopo aver preso più gol lui in 90 minuti che piselli la Henger nella sua celebre carriera. 

LO SVOGLIATO – E’ quello che verrebbe anche solo per bere un bicchiere d’acqua. Non sa neanche i tasti del Joystick e quando legge “alternativo” pensa si riferisce all’ultima moda del momento. Nonostante avesse la squadra più forte prende schiaffoni a destra e manca nelle prime due partite, poi decide di darsi alle scommesse sugli altri incontri gufando contro i suoi amici. 

IL GIOCOLIERE – Le uniche cose che sa di Fifa sono le skill. Passa la palla al portiere anche se ha il possesso palla in zona d’attacco per mostrare le sue abili doti da giocoliere. Ha un unico modo per segnare: batte a centrocampo, parte con un giocatore cercando di dribblare tutti e tira. Sfortunatamente spesso gli va anche bene. 

L’ORGANIZZATORE – Arriva a casa dei compagni armato di carta e penna. Strappa i bigliettini per sorteggiare i gironi e gli accoppiamenti pronunciando i nomi dei suoi compagni alla Gianni Infantino durante i sorteggi della Champions League. Puntualmente riceve minacce di morte dopo aver mandato i suoi amici ad affrontare i più forti e dopo che lui si è aggiustato il tabellone per arrivare alla finale.

L’ETERNO INCOMPIUTO – Non si perde neanche un torneo. Partecipa pensando che ogni volta possa essere quella giusta per trionfare. Puntualmente termina la serata dopo aver perso la finale ai calci di rigore.  

IL CAMPIONE – Prova ogni volta a convincere i suoi amici a mettere in gioco le proprie sorelle perchè è sicuro dei propri mezzi e delle proprie doti, ma con scarsi risultati. Potrebbe giocare anche bendato con Castolo e Minanda titolari ma riuscirebbe comunque a vincere. E’ il più odiato nel gruppo ma si sa, senza di lui non si potrebbe giocare perchè mancherebbe l’attrezzatura.

Commenta:

Scomposti, fuori dagli schemi, fuori legge. Ma abbiamo anche dei difetti.

ControCrampo

Scomposti, fuori dagli schemi, fuori legge. Ma abbiamo anche dei difetti.

Potrebbero interessarti anche...