'

Meteore Ignoranti | Milos Krasic, la furia del trampolino

La rubrica meteore ignoranti oggi si sofferma su un ex juventino che ha “macchiato” la sua militanza e la carriera (calcistica) per una simulazione.

Maggio 2009: Pavel Nedved si ritira dal calcio giocato lasciando un vuoto sia sulle fasce che nel cuore del tifosi bianconeri:

Estate 2010:la nuova Juventus di Gigi Del Neri acquista molti giocatori per puntare in alto; uno tra questi era un giovane dalla chioma bionda, gioca sulla fascia e viene dall’Europa dell’est: Milos Krasic.

Il paragone è subito immediato: Krasic è la nuova furia non ceca ma serba questa volta; l’inizio è dei migliori perché il 4-4-2 tanto caro all’allenatore di Aquileia esalta Krasic che nelle prime 7 partite colleziona ben 6 assist più la tripletta al Cagliari.

Un pomeriggio a Bologna durante la sfida tra i padroni di casa e la Juve, Krasic simula una caduta dove non c’è il minimo contatto ma l’arbitro è tratto in inganno è fischia il rigore! Dopo quell’accaduto Krasic venne squalificato per due giornate ma non fu più quello ammirato nei primi mesi perchè l’episodio ha avuto un eco talmente forte che il serbo venne etichettato come un simulatore da avversari e arbitri influendo sul calciatore a livello mentale, incapace di ripetere le eccellenti prestazioni di inizio anno .

krasic

L’anno seguente in panca c’è la coppia Antonio e Pancrazio Conte che invidiosi della sua chioma bionda e folta decisero di non farlo giocare più perché il biondo luminoso di Krasic metteva in ombra il gattino di Conte. 

Del resto, di quell’anno alla Juventus con Conte ricordiamo solo questo simpatico episodio

Fu ceduto al Fenerbahçe ma non fu più lo stesso; in seguito andò anche al Bastia per dire Bastia a quel periodo nero ma fu mandato tra le riserve.

Carriera finita? No! Tania Cagnotto tuffatrice italiana di fama mondiale vede in Krasic qualcosa di speciale e decide di allenarlo per andare insieme alle olimpiadi di Rio 2016. Tutti gli avversari dal trampolino non hanno avuto scampo dalla furia serba che si è portato a casa tutte le medaglie d’oro della competizione con 3 rigori da scontare durante le partitelle a calcetto con gli amici.

Commenta:

Potrebbero interessarti anche...