'

Pagelle marce | Inter-Juventus

Pagelle marce | Inter-Juventus 2-1

PAGELLE MARCE INTER JUVENTUS

Quale migliore occasione per fare le pagelle marce se non nel derby d’Italia? Scazzottate, lisci ed entrate a piede a martello non sono mancate in questa sfida che ha visto trionfare l’Inter di Mr. Bean ehm… De Boer.

PAGELLE MARCE INTER

HANDANOVIC 6 – Mai seriamente impegnato il portiere sloveno dell’Inter che si distrae solo in occasione del gol di Lichtsteiner perchè, dopo le vicende del calciomercato estivo, pensava che il terzino svizzero ora giocasse nell’Inter. AH, MA NON STIAMO IN SQUADRA INSIEME?

SANTON 6 – Nonostante la barba, il buon Davide ha ancora 12 anni. Buona la prestazione sulla sua fascia di competenza fin quando De Boer non decide di regalargli l’ultimo orologio di Ben10 e lo fa uscire dal campo. BIMBO

MURILLO 7 – Partita perfetta per il colombiano dell’Inter. Prima vince la lotta greco-romana con Mandzukic, poi si fa rispettare anche da Higuain. MURO

MIRANDA 7 – Leggi Murillo ma con 10 anni in più. ANZIANO

D’AMBROSIO 6 – Forse il peggiore dei suoi. Liscia la palla in area di rigore e fa tirare una bestemmia in italiano anche a Cassano che vedeva la partita da casa in compagnia della sua lasagna. Alex Sandro lo imbottiglia in diverse occasioni mostrandogli il porno di Belen che lo fanno tornare a casa con qualche brufoletto in più. ADOLESCENTE

MEDEL 6,5 – Vince la sfida degli zingari con Pjanic senza non troppe difficoltà. QUI COMANDO IO! (Dal 75′ Felipe Melo S.V. – Entra in campo e si fa notare solo per l’esultanza al gol di Perisic con tanto di gesto dell’ombrello. EDUCATO)

pagelle marce inter juventus

JOAO MARIO 6 – Il neo acquisto portoghese dopo un ottimo primo tempo si perde durante la partita. Colpisce e si porta avanti il pallone con la mano con una disinvoltura da oscar senza farsi notare dall’arbitro. Questo qui promette bene. LA MANO DE DIOS.

EDER 6 – Si sacrifica all’occorrenza e prova a dare una mano in fase difensiva ma quando Lichtsteiner gli ricorda che l’anno scorso il Leicester ha vinto la Premier, torna a deprimersi e scompare dalla scena. IO VOLEVO ANDARE A LEICESTEEER. (Dal 69′ PERISIC 6.5 – Entra, tocca un pallone e lo mette in rete. IVAN IL TERRIBILE)

BANEGA 7,5 – Dà equilibrio alla squadra ma soprattutto fornisce ad Asamoah la dose giusta di droga da spacciare per la prossima settimana. Si fa espellere nel finale perchè deve andare a regolare i conti con Benatia che ancora non gli ha pagato quella della settimana scorsa. SPACCIATORE

CANDREVA 7 – Anche questa sera finta sulla destra e cross al centro. Alla prossima volta che lo fa sblocca la medaglia d’oro su FIFA17. RIPETITORE

ICARDI 8 – Quando vede il bianconero si carica più di un asso di briscola in una partita tra vecchietti al bar. Supera anche questa sera Buffon e si assicura la figa almeno fino al prossimo turno di campionato. VEDO SOLO IN BIANCO E NERO.

PAGELLE MARCE JUVENTUS

BUFFON 5 – Anche questa sera il sistemone è andato: 1+ over2.5 e si va a festeggiare con la D’Amico. SNAI

BONUCCI 5 – Disattento in fase difensiva, sbaglia più passaggi lui questa sera che Insigne con i congiuntivi. DISTRATTO

CHIELLINI 5 – Il numero 3 bianconero sembra ancora non essersi ripreso dalla cessione di Padoin. Sbaglia diversi interventi e serve ad Icardi il pallone che l’argentino stampa sul palo. RIMANDATO (Dal 80′ PJACA S.V. : Alle 9 in Pjaca)

BENATIA s.v – Gioca solo 20 minuti, poi gli ricordano che non ha ancora pagato la droga a Banega e scappa da San Siro. SE MI ACCHIAPPI TI SPOSO (Dal 20′ BARZAGLI 5 – Entra a freddo e sbaglia tanti passaggi. Si scoraggia dopo aver sentito Buffon tirar giù tutto il calendario e non si fa più notare durante la partita. A PETTO DURO)

LICHTSTEINER 7 – Il migliore dei suoi. Ci mette tanto cuore e coraggio e viene premiato siglando il gol del vantaggio. Scompare dalla partita dopo che Santon gli mostra il nuovo orologio di Ben10 che De Boer gli ha regalato. TRENO EXPRESS

ASAMOAH 4 – Questa sera si fa notare come l’acqua in Africa. ASSENTE

KHEDIRA 6 – Prova a segnare nei minuti finali ma si becca un pugno dietro la nuca da Handanovic e perde la memoria. MA QUANTO STIAMO?

PJANIC 5 – Perde la sfida di sciacallaggio contro la banda del sudamerica composta da Medel e Banega. Prova a corrompere Joao Mario passandogli cinquanta euro sotto mano ma si ritrova Felipe Melo alle spalle con il coltello tra i denti. SCONFITTO

ALEX SANDRO 6,5 – Se non crossa lui non crossa nessuno. Imbambola D’Ambrosio con il porno di Belen ma poi decide che forse era meglio quello di Valentina Nappi e va a chiudersi anche lui in bagno. PIRATA DEL PORNO

DYBALA 5,5 – Ogni volta che Mandzukic lo guarda va a mettersi in punizione da solo perché sa che altrimenti fa una brutta fine. Nel finale ha l’occasione di tirare in porta per tre volte ma spedisce il pallone alla mamma in tribuna. MAI UNA JOYA

MANDZUKIC 5 – Non corre neanche se lo paghi. Spacca i denti a Murillo e si porta a casa la tibia di Santon. Poi lo chiamano da Striscia la notizia e torna a condurre la rubrica “Striscia lo striscione”. MILITELLO (Dal 74′ Higuain 6 – Entra in campo col coltello tra i denti e tra i fischi di San Siro. Tocca un pallone e lo manda di poco al lato. Troppo poco tempo per fare qualcosa di ignorante.)

PAGELLE MARCE INTER JUVENTUS

Commenta:

Scomposti, fuori dagli schemi, fuori legge. Ma abbiamo anche dei difetti.

ControCrampo

Scomposti, fuori dagli schemi, fuori legge. Ma abbiamo anche dei difetti.

Potrebbero interessarti anche...