'

Pagelle Marce | Juventus-Cagliari, Pado is back

La Juve torna grande, il Cagliari torna piccolo, il Pado torna e basta. Allegri inspiegabilmente riesce ad azzeccare la formazione. Queste le nostre pagelle

PAGELLE MARCE JUVENTUS

BUFFON s.v. (senza vergogna): viene pagato profumatamente come portiere, ma 9 partite su 10 esce dal campo col cuscino. Nella ripresa la noia diventa insopportabile e decide addirittura di dare il posto al compagno e andare a casa a divertirsi con la moglie. ILARIONA NAZIONALE. Dal 46′ NETO s.v. (senza vederlo): abituati a vederlo solo sull’album delle figurine Panini non ci si accorge neanche del suo ingresso in campo e ci si chiede che cosa sia venuto a fare in Italia dal Brasile. Il portiere del mio palazzo lavora molto di più ed è di Pizzo Calabro. SCANSAFATICHE

RUGANI 6.5: quest’anno Allegri decide di levargli le ragnatele “già” a settembre. Entra con un braccio destro visibilmente ingrossato e la mette dentro alla prima occasione. Qui Diletta ci cova. CECCHINO

cattura

BARZAGLI 6.5: Sau tenta per due volte di metterlo in difficoltà, ma il petto di Andrea fa reparto da solo. PECCATO TUTTO PETTO

CHIELLINI 6: la partita con l’Inter gli ha permesso di cibarsi di tutte le tibie necessarie per sopravvivere una settimana senza prendere cartellini. Partita anonima complice un Cagliari mai incisivo. CHI E’ LLINI?

DANIEL ALVES 7: dopo essersi aggiustato il pacco sotto gli occhi sornioni di Evra e Lemina sfodera una prestazione sensazionale condita con gol. MANO LESTA

d

LEMINA 6.5: il Carlton Banks bianconero disputa una gara egregia. La vista del compagno Daniel Alves che si trastulla il pacco lo ha profondamente turbato bloccandogli la crescita…dei capelli. LAMA-NA

q
HERNANES 6: i tifosi della Juventus si dimenticano di fischiarlo come di consuetudine prima dell’inizio del match, più che altro perchè non si erano accorti che fosse in campo. Lui ringrazia con una buona prestazione in regia. WOODY HERNANES ALLEN

PJANIC 6.5: nella posizione di interno sinistro con licenza di uccidere si sente molto più a suo agio, si vede e piace tanto. Penetra a suo piacimento nella difesa avversaria fino a far rimanere incinto Ceppitelli. Suo l’inserimento favorevole al gol del raddoppio. TRAPANO

ALEX SANDRO 7: fa quello che vuole sulla fascia seminando costantemente il panico. Bittante viene ritrovato a fine match sotterrato sotto una zolla. TRATTORINO

DYBALA 6: questa volta sembrava ispirato, peccato che gli venga in mente di abbracciare Padoin solo a match concluso. #ANCHEOGGISEGNODOMANI (dal 72′ PJACA 6: Allegri decide di raddoppiargli i soliti 10 minuti scarsi concessi a fine match. Lui coglie la palla al balzo e imbocca Mandzukic per ben due volte). BIBERON

HIGUAIN 7: dopo la panchina con l’Inter viene gettato nella mischia dal primo minuto. La parmigiana prematch funziona alla grande e dopo mezz’ora fa quello che teoricamente dovrebbe fare anche Mandzukic: segnare! PANZER(OTTO)

PAGELLE MARCE CAGLIARI

STORARI 7: gli ex compagni lo iniziano a bombardare sin dal primo minuto peggio di quanto si faccia quotidianamente sulla striscia di Gaza. Il portiere rossoblu è uno che lasciato il segno in cinque anni di Juve, quello sulla panchina. Subito sotto pressione si fa trovare pronto su Pjanic e Higuain, su Rugani non può nulla, il che è un tutto dire. VITTIMA SACRIFICALE
BITTANTE 5: ogni volta che Alex Sandro lo punta si bagna come una 2000. SPUDORATO
CEPPITELLI 5: quando gli dicono di marcare Higuain va in panico: “Marcare Higuain? Ok!”, “Allora Higuain”, “Marcare”, “Marcare” e infatti sul finale sigla un magnifico gol, quello del 4-0 bianconero. MARCATORE
BRUNO ALVES e MURRU 5: regalano troppo spazio alle individualità bianconere e, dopo aver visto Rugani segnare ed Hernanes giocare da sufficienza, non vedono l’ora finisca l’incubo. ACCENDETE LA LUCE

PADOIN 5.5: accolto come un idolo alla lettura delle formazioni, come al solito regala momenti di puro calcio Champagne, peccato lo abbiano bevuto tutto i propri compagni. BALLON d’OR

l

DI GENNARO e JOA PEDRO: mister Rastelli è costretto a contattare la regia di “Chi l’ha visto?” al termine del match. Anonimi. SENZA NOME 

BARELLA 5.5: e ho detto tutto. TALE E QUALE 

SAU 5: ha subito la possibilità di cambiare il copione del match, ma per due volte Barzagli gli sbatte il petto in faccia, per sua fortuna non incrocia mai Asamoah. SPREGIUDICATO

BORRIELLO 5: al suo ingresso in campo 13 donne del pubblico vengono ricoverate d’urgenza per il parto. Per una volta in stagione non vede mai la palla, ma fa niente, vedrà qualcos’altro. La sfida con Bobo ormai è vinta e quindi decide di prendersi 90′ di riposo. FANNULLONE

Commenta:

Potrebbero interessarti anche...