'

Perché Iniesta era apprezzato dai rivali dell’Espanyol

Da poche ore uno dei centrocampisti più forti degli ultimi 10 anni ha annunciato il suo addio al Barcellona, dopo 22 anni in cui ha vinto tutto: Don Andrès Iniesta. Tante cose possiamo raccontare per voi ma abbiamo scelto quello che più descrive Iniesta come uomo e non come calciatore. 

La rivalità tra Barcellona ed Espanyol è stata sempre molto accesa e i tifosi biancazzurri, soprattutto quelli più accessi, non si sarebbero mai immaginati di dover applaudire una leggenda blaugrana. Tutto nacque dalla scomparsa del Capitano dell’Espanyol Dani Jarque mentre era al telefono con la fidanzata. Nonostante i tentativi di rianimazione, eseguiti prima dal medico della squadra Cervera e poi dai medici del 118 il cuore non ha più ripreso a battere: il calciatore è stato quindi dichiarato morto.

L’11 luglio 2010, in occasione della finale del campionato mondiale di calcio tra Spagna e Olanda, Andrés Iniesta, segnò durante i tempi supplementari la rete decisiva dell’incontro dedicando la segnatura a Dani Jarque mostrando una maglietta in suo ricordo. Il 18 dicembre 2010, durante il derby tra Espanyol e Barcellona, la tifoseria biancazzurra ha mostrato il proprio apprezzamento per il gesto di Iniesta tributandogli una standing ovation.

 

Commenta:

Potrebbero interessarti anche...