'

Saranno ignoranti|Hachim Mastour

Mastrour, il giovane prodigio

mastour

 

Hachim Mastour è nato in Italia, a Reggio Emilia, il 15 giugno 1998 da famiglia marocchina.

Inizia da piccolo a calcare i campi di calcio con la Reggiana, il club della sua città. Viene poi notato all’età di 13 anni dagli osservatori dell’ Inter, ma stando ai regolamenti federali non possono avvenire trasferimenti che riguardano i minori di 14 anni e pertanto la sua esperienza con la maglia nerazzurra si limiterà ad alcune partite del Memorial Ielasi, opportunità che coglierà al volo mettendo in mostra il suo incredibile talento e segnando anche 5 reti.

Marco Montresor, suo allenatore ai tempi della Reggiana, disse di lui: «Hachim è bravissimo nell’uno contro uno e ha grande visione di gioco, ma deve migliorare tatticamente»

Ben presto i rapaci occhi di molti importanti club europei si fiondano sul ragazzo, ma Adriano Galliani riesce ad assicurarsi il cartellino del ragazzo nel luglio 2012, per una cifra superiore ai 500 mila euro (un enormità se si considera la giovanissima età di Mastour) e a portarlo a Milano: sponda rossonera stavolta.

Dopo i primi anni spesi a giocare nelle giovanili nel 2014  Hachim inizia ad assaporare il calcio dei grandi, viene infatti convocato da Clarence Seedorf per il match contro il Sassuolo della 38 esima giornata. Nella stagione 2014-15 viene convocato per la partita d’esordio stagionale contro la Lazio, e successivamente sarà in panchina per altre 4 occasioni in campionato e 2 nella coppa nazionale. Il tutto senza poter assaporare la gioia dell’esordio.

Nel 2013 riceve le prime convocazioni con la nazionale under 16 Italiana, selezione con cui giocherà in totale 7 partite e segnerà  1 unica rete contro i pari età della Croazia.

Nel 2015 riceve la chiamata del paese d’origine dei suoi genitori, il Marocco. Lui accetta ed esordisce indossando la maglia numero 10 contro la Libia durante le qualificazioni alla Coppa d’Africa del 2017. Il CT Zaki Badou lo chiama poi ad indossare la maglia dei Leoni dell’Atlante anche contro Costa d’Avorio e Guinea, non facendolo però giocare.

Nell’attuale stagione il Milan ha deciso di mandarlo in prestito al Malaga, includendo nel contratto il diritto di riscatto a 5 milioni in favore del club spagnolo. Qui, almeno per ora, il diciassettenne non ha trovato molto spazio, ai 5 minuti giocati contro il Real Betis all’undicesima giornata della Liga non sono seguite infatti altre convocazioni in prima squadra (se si esclude la Copa del Rey, dove comunque non scenderà in campo).

 

Mastour non ha ancora dimostrato in campo il suo valore, ma ha talento. E questo lo sa anche la Red Bull che per questo l’ha scelto come testimonial. In questo video si può osservare la sfida organizzata alla RB Arena di Salisburgo dal famoso marchio di  energy drink  con Neymar Jr. Una doppia sfida prima in campo e poi con i videogame che vede il milanista trionfare sul fenomeno brasiliano!

Commenta:

Iannezz

Studente di Economia ,appassionato lettore e amante dello sport in generale, specialmente delle storie che ci racconta

Potrebbero interessarti anche...