'

Saranno Ignoranti | Manaj, l’attaccante per il futuro

Nel panorama dei giovani talenti in rampa di lancio un posto di prim’ordine lo merita da tempo senza dubbio Rey Manaj.

Nato a Lushnjë il 24 febbraio 1997, Rey Manaj entra a far parte a 11 anni delle Giovanili del Piacenza. Nel 2012 passa alla Cremonese, dove inizia a far intravedere grandi potenzialità.

manaj2

Nel 2013 il club cremonese lo cede in prestito agli Allievi Nazionali della Sampdoria. Qui si mette in grande evidenza e gioca anche alcune gare con la Primavera di Enrico Chiesa. Tornato in grigiorosso, nella stagione successiva fa il salto fra i ‘grandi’ debuttando nel campionato di Lega Pro.

Il 15 luglio 2015 viene ceduto in prestito all’Inter in cambio dei prestiti di Fabio Eguelfi e Francesco Forte.Il 23 agosto successivo debutta in Serie A contro l’Atalanta subentrando a pochi minuti dalla fine della partita, ricevendo anche un’ammonizione. Il 15 dicembre fa il suo esordio assoluto nella Coppa Italia contro il Cagliari (3-0). In tutto colleziona 6 presenze in prima squadra mentre con la Primavera vince la Coppa Italia segnando peraltro nella gara di ritorno della finale vinta contro la Juventus (1-2). Il 24 giugno 2016 viene riscattato dall’Inter alla cifra stabilita l’estate precedente, ovvero 500 mila euro.

manaj

L’11 luglio 2016 passa al Pescara con la formula del prestito secco insieme a Cristiano Biraghi nell’ambito della trattativa che porterà Gianluca Caprari all’Inter nel 2017. Il 21 agosto seguente fa il suo esordio contro il Napoli e il 28 agosto 2016 segna il suo primo gol in Serie A contro il Sassuolo.

Attaccante tecnicamente completo, Manaj sa farsi valere con entrambi i piedi e sa essere pericoloso anche su colpo di testa. Cattivo al punto giusto e freddo sotto rete, è in grado di giocare sia da centravanti sia da seconda punta.È molto veloce nella corsa ed ha una buona fisicità e resistenza grazie anche alla sua massa corporea, che gli permette di avere un’ottima forza negli stacchi di testa.

Manaj, in un’amichevole infrasettimanale contro la Prima Squadra, vede Da Costa fuori dai pali e prova a sorprenderlo con un tiro da metà campo, terminato di poco alto. L’allenatore Pedone va su tutte le furie e lo rimprovera: “Se lo rifai un’altra volta ti sostituisco!”. Poche settimane dopo gli Allievi doriani sfidano il SIena in campionato. I genovesi vincono 4-0, quando gli avversari firmano il 4-1. Manaj decide allora di riprovare la prodezza da metà campo, un vero e proprio pallino per lui: stavolta la conclusione è perfetta e si insacca imparabilmente.

manaj.jpg3

Al che il giovane attaccante, ricordandosi quanto successo con la Prima Squadra, si rivolge verso il suo allenatore e gli fa: “Mister, così va bene?”

Rispondiamo noi.” Si Rey,continua così”

Commenta:

Potrebbero interessarti anche...