'

Saranno Ignoranti | Moise Kean, il nuovo Balotelli

Italiano con origini africane, sfrontato e ricco di forza, velocità e talento, ovviamente attaccante: quasi inevitabile il paragone con Mario Balotelli. Lui però è Moise Kean il nuovo talento juventino.

Moise Bioty Kean è nato il 28 febbraio 2000 a Vercelli da genitori ivoriani dunque è in possesso di doppia nazionalità (Italiana e Ivoriana) . E’ un destro naturale,potente fisicamente e con un tiro molto forte e preciso; gioca come prima punta ma può adattarsi anche come ala sinistra e attualmente gioca nella primavera della Juventus

Kean fin da piccolo viene paragonato a Balotelli; il talento è lo stesso e anche il caratterino, che lo porta a comportamenti un po’ sopra le righe. Da notare che nella sfida play-off giocata contro il Perugia, dopo aver siglato la prima delle due reti realizzate, mostrò la maglia con il celebre interrogativo di balotelliana provenienza “why always me?. Altro dettaglio è la presenza nella sua vita di un certo Mino Raiola, uno che di giocatori dal futuro promettente ne sa qualcosa(Pogba e Balotelli per esempio).Kean

Kean inizia dalle giovanili del Torino ma la Juventus riesce a strapparlo ai granata approfittando del tesseremento annuale possibile fino ai 14 anni. Con i bianconeri Moise inizia nella categoria Esordienti, ma la differenza con compagni e avversari è evidente. Nella stagione 2013/14 Gabetta lo lancia nonostante l’età inferiore nella categoria Giovanissimi Nazionali. Con 3 reti siglate tra play-off e Final Eight trascina la sua squadra in finale persa per 1-0 con la Roma. Nella scorsa stagione viene impiegato sia con i Giovanissimi Nazionali, con i quali realizza 21 gol in 10 partite, sia con gli Allievi Nazionali, con cui va a segno 14 volte in 15 presenze. Da questa stagione gioca in pianta stabile con la Primavera di Fabio Grosso con cuiha segnato 3 gol in 3 presenze andando a segno anche nella UEFA Youth League in due occasioni. Nell’ultima settimana è stato convocato per la prima volta in prima squadra nei match contro Udinese e Lione. Prossimamente ci sarà il suo primo spezzone di partita e forse anche il primo gol da professionista.

Con la maglia azzurra la sua esperienza inizia molto presto: 2 gol in 6 presenze con l’Under 15, 3 gol in 4 presenze con l’Under 16, e 1 gol alla seconda presenza con l’Under 17. Da notare le parole in merito alla Nazionale:”Io sono nato e cresciuto in Italia, voglio onorare questa maglia“. Se il buongiorno si vede dal mattino non possiamo che iniziare a fare il tifo per il nostro numero 9 del futuro.

Commenta:

Potrebbero interessarti anche...